Davide Croce

corpopresentazione

Dal 2003 Davide è Direttore del Centro sull’Economia e il Management in Sanità e nel Sociale, dove svolge attività di ricerca e formazione, nell’ambito dell’economia e del management sanitario.

È inoltre ricercatore dell’Università LIUC Carlo Cattaneo, dove è titolare del Corso “Modelli di Funzionamento dei sistemi sanitari” press la Scuola di Ingegneria Industriale, Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale per la Produzione Industriale - classe LM-31.

È Progettista e direttore scientifico di numerosi corsi di formazione, all’interno dei quali è docente di economia sanitaria e clinical governance. Tra i principali: 23 corsi di formazione manageriale per dirigenti di struttura complessa, direttori sanitari, direttori amministrativi e direttori generali (Regione Lombardia – dal 2000 ad oggi); 35 corsi di management per le professioni infermieristiche (Lombardia, Sardegna, Liguria, Emilia Romagna, Lazio).

È inoltre progettista e coordinatore di attività di ricerca nell’ambito dell’organizzazione, della valutazione economica e del sistema di formazione in sanità (oltre 50 progetti), anche attraverso l’utilizzo dei flussi informativi della DG sanità per lo studio dei comportamenti dei providers e degli utenti sul territorio.

Per quanto riguarda l’attività di ricerca, Davide Croce è progettista e coordinatore di attività di ricerca nell’ambito dell’organizzazione, della valutazione economica e del sistema di formazione in sanità (oltre 50 progetti), anche attraverso l’utilizzo dei flussi informativi della DG sanità per lo studio dei comportamenti dei provider e degli utenti sul territorio. Tra i principali:

1) Politica sanitaria: programmazione, progettazione finanziamento e valutazione della formazione in sanità (con le Università dell’Insubria e Vita-Salute S. Raffaele di Milano e IReF Milano); supporto attraverso il mentoring ai direttori generali di ospedali pubblici sudafricani; comparazione tra i servizi sanitari di Lombardia, Danimarca, Israele, Canton Ticino, Andalusia, Paesi baschi, Catalogna, Rhone Alps, Baden Wurtemberg, Alberta, Buenos Aires; costruzione dell’Academy in leadership e management per il National Department of Health, Sudafrica; Controllo della spesa farmaceutica ospedaliera attraverso un modello di PDT e sua verifica, HIV Regione Lombardia; valutazione dell’impiego del digitale terrestre per l’informazione all’utente nella sanità (con l’Istituto Clinico Universitario San Raffaele), valutazione dell’introduzione di nuovi farmaci, modello organizzativo per l’assistenza territoriale della Regione Lombardia.

2) studi per le valutazioni economiche in sanità: confronto economico dell’impiego di medicazioni avanzate vs. medicazioni tradizionali, cost of illness della sindrome da apnea ostruttiva nel sonno in Italia, la terapia con prostaglandine nel trattamento del glaucoma ad angolo aperto e il ricorso all’intervento chirurgico, valutazione della CEUS (contrast enhanced ultrasound) nelle lesioni focali incidentali del fegato, Health technology assessment (HTA) per la diagnostica di determinazione dei patogeni attraverso il DNA nel trattamento della sepsi, HTA del programma del ministero della salute cambogiano per il controllo della schistosomiasi, determinazione dei costi dei pazienti HIV positivi in controllo virologico ed in fallimento terapeutico, studi Markov Model per la comparazione di due trattamenti HAART per HIV, Impact assessment sul cambio di strategia di trattamento farmacologico HIV in Lombardia – MOLO, analisi del mercato italiano per l’assistenza domiciliare e la diagnostica per immagini, taratura del modello ospedaliero di HTA attraverso la revisione dello schema EU-Net HTA, Budget Impact per HCV, HTA per l’introduzione di un nuovo farmaco per l’HIV.

3) valutazione ed impact assessment: valutazione ed impact assessment per la Direzione Generale Sanità e Consumatori (DG SANCO) della Commissione Europea (2009-2013 e 2013-2017); valutazione dei programmi di cooperazione sanitaria bilaterale con la repubblica del Sudafrica, valutazione economica di sostenibilità della riforma del sistema sanitario nazionale dello Swaziland, identificazione del progetto di supporto alla sanità della CE all’Egitto, valutazione del programma di aiuto alla facoltà di medicina dell’Università della Liberia, performance management per l’ASL della Provincia di Varese e per l’AO di Desio-Vimercate, valutazione del centro di ricerca farmacologiche di Nerviano.

4) Management sanitario: benchmarking gestionale tra Istituti Ortopedici (Rizzoli, Galeazzi, CTO di Torino); cost cutting per le aziende sanitarie lombarde, revisione organizzativa del CTO di Torino, introduzione del sistema di budgeting e reporting del Johannesburg Hospital (Sud Africa); ricerca finalizzata del Ministero della Salute “governance of the device acquisition processes and of their use: the case of hip prosthesis”, sviluppo del modello di organizzazione per intensità di cura, valutazione dei PDT/PDTA; performance management nelle aziende sanitarie lombarde, analisi della spesa farmaceutica e protesica dell’ASL di Varese, creazione del dipartimento interaziendale di riabilitazione ospedaliera della città di Milano e della Provincia di Bergamo, piano della prevenzione veterinaria della Lombardia 2014-2018.

È Presidente del Nucleo di Valutazione delle Prestazioni delle ASST Nord Milano, Monza, Lodi, e dell’IRCCS Besta di Milano; membro di innumerevoli organi quali: Organismo Indipendente di Valutazione della Giunta della Regione Lombardia, struttura coordinatore dei nuclei delle aziende ed agenzie sanitarie; dei GAT (Gruppo Tecnico di Approfondimento) per la valutazione del trattamento farmacologico dei pazienti HIV + della Regione Lombardia; della Commissione sviluppo sanità della Regione Lombardia (Legislatura 2013-2018); Consigliere di Amministrazione della Fondazione FADOI (Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti), Roma; Membro della commissione tecnica per la modifica dei criteri del riparto del fondo nazionale sanitario 2018, Commissione Salute Stato-Regioni.

E’ stato relatore in oltre 60 convegni in tematiche manageriali in sanità. È inoltre autore di innumerevoli pubblicazioni sia di stampo italiano sia internazionale, indicizzate e con Impact Factor.